Passione Ciclismo
BENVENUTO NEL Forum

Registrati e diventerai uno di noi Smile
Accedi

Ho dimenticato la password

Statistiche
Abbiamo 273 membri registrati
L'ultimo utente registrato è settimio corzani

I nostri membri hanno inviato un totale di 8307 messaggi in 1159 argomenti
Facebook

TRIUMPH Street R e Speed

Andare in basso

TRIUMPH Street R e Speed

Messaggio Da Nino Bike il Gio 06 Ago 2009, 12:15 pm

TRIUMPH

Le tre cilindri di Hinckley appaiono come poli opposti: leggera e scattante la Street, muscolosa e potente la Speed.

Gli esemplari protagonisti della nostra prova erano equipaggiati con alcuni componenti aftermarket presi dal catalogo ufficiale Triumph, che fanno lievitare non poco il prezzo: la Speed Triple, agghindata con scarico 3 in 1 e parecchi dettagli in carbonio, costa 3.150 euro in più, mentre la Street Triple R ha addosso 1.310 euro di accessori.

Le due inglesi hanno in comune solo pochissimi componenti. La 675 è una moto da pista scarenata (tipo Daytona), con il manubrio alto e i rapporti accorciati. Leggerissima (con i suoi 176,8 kg a secco è vicina alle Ducati), ha un’eccellente ciclistica; agile come un’anguilla e stabile come un treno. Il motore poi, è esagerato, assolutamente non paragonabile ai suoi diretti avversari per elasticità e spinta ai medi e alti regimi.

Gli stessi elogi si possono spendere anche per la Speed: il carattere del motore è ciò che fa della Speed Triple una grande moto. Ha una coppia iperabbondante e spinge forte dal minimo fino al limitatore, con l’erogazione morbida, ma estremamente vigorosa, tipica del tre cilindri.

Rispetto alla Street ha un cambio un po’ più duro, con innesti più lunghi, e la frizione è un po’ meno morbida, ma sempre perfettamente modulabile.

La posizione in sella, un po’ più raccolta sulla 675, ha la medesima impostazione sulle due sorelle: sella alta, vita stretta, pedane ben distanziate dal piano di seduta per un discreto comfort e manubrio largo per un controllo totale.

Similitudini tra le due “Triple” si riscontrano anche nel comparto sospensioni, caratterizzate da una taratura piuttosto rigida, e nello sterzo ridotto, che diventa un limite solo in città, nelle manovre da fermo e nelle inversioni. Diverso invece il comportamento dinamico.

Se la 675 è fulminea nei cambi di direzione, la 1050 è un po’ meno svelta e parecchio più pesante, ma pur sempre divertentissima da guidare e molto stabile.

Anche i freni hanno una resa differente. Quelli della Street Triple R sono potenti e molto ben dosabili.

La Speed aggiunge ancor più potenza e prontezza, tanto da rivelarsi persino troppo esuberanti nella guida su strada. Simile invece il freno posteriore, sensibile e molto modulabile.



:lamps1:


www.motociclismo.it
avatar
Nino Bike
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3064
Data d'iscrizione : 01.07.09
Età : 33
Località : Milazzo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum